Header Ads

L’ignoranza è un po’ come l’alcool: più se ne ha, meno se ne percepisce l’effetto

E’ stata pubblicata sul sito di ISFOL (Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori) una interessante ricerca sulle “Competenze degli adulti”.

Copertina

Come è noto, uno dei fattori principali su cui l’Italia può fondare il suo sviluppo economico e sociale, in mancanza di materie prime, è rappresentato dalle competenze dei suoi cittadini. Per questo motivo, l’utilizzo sempre più esteso di innovazioni, non solo tecnologiche, nei vari settori e la globalizzazione aggiungono una forte pressione nel trovare politiche adeguate a garantire che le persone abbiano le competenze necessarie per vivere e lavorare nella società del XXI secolo. In questa prospettiva assume dunque grande rilievo la conoscenza dei livelli di competenze posseduti dai cittadini italiani tra i 16 ed i 65 anni, l’identi cazione dei processi di acquisizione e sviluppo delle stesse, l’individuazione di categorie o aree territoriali che denotano particolari sofferenze.Il presente volume illustra i risultati di un’indagine promossa dall’OCSE. Più precisamente si tratta del primo ciclo dell’Indagine sulle Competenze degli Adulti, realizzata nell’ambito del Programme for the International Assessment for Adult Competencies (PIAAC). A questa iniziativa, svolta nel periodo 2011-2012, hanno aderito 24 Paesi di tutto il mondo; essa ha quindi il pregio di consentire un approccio comparato, assai utile nella valutazione della competitività del nostro Paese.I risultati relativi all’Italia non possono non essere fonte di preoccupazione, per i gravi problemi che denunciano. Il nostro Paese si colloca all’ultimo posto della graduatoria nelle competenze alfabetiche (literacy), anche se rispetto alle precedenti indagini OCSE la distanza dagli altri Paesi si è ridotta. Inoltre l’Italia risulta penultima nelle competenze matematiche (numeracy), fondamentali per affrontare e gestire problemi di natura matematica nelle diverse situazioni della vita adulta.

RIsultati01

RIsultati02

RIsultati03

RIsultati04

Riuscite finalmente a spiegarvi questo:

Terremoto

Oppure questo:

O, infine, questo:

Polizia

Ed eccovi la massima sulla quale riflettere per tutta la giornata odierna:

I social network sono quei posti dove uno scienziato nucleare di fama mondiale con 670 followers è umile mentre Polpettina99 con 4000 fa la scienziata

AmericaCube (c) 2016. Powered by Blogger.