Header Ads

Sky's the Limit

Avete mai sentito parlare di Dinner in the Sky? E’ una cena particolare che si svolge ad un tavolo sospeso a parecchi metri d’altezza.
Table
Si è legati con le cinture di sicurezza alla propria sedia
Seat01
Seat02
Seat03
Si viene serviti in tutto e per tutto dal personale dell’evento
Service01
Chef01
Dinner in the Sky® è un evento unico nel suo genere dedicato a tutti coloro che vogliono trasformare un pasto ordinario o una riunione in un momento magico che lascerà un’impronta perenne sui loro ospiti!
Dinner in the Sky® ad ogni evento ospita un massimo di 22 persone intorno al tavolo assistiti da tre membri dello staff al centro (cuoco, cameriere, animatore…).
Dinner in the Sky® consiste in una piattaforma adibita a tavolo sospeso a 50 metri di altezza in assoluta sicurezza grazie ad un team di professionisti .
Dinner in the Sky® è un evento unico nel suo genere dedicato a tutti coloro che vogliono trasformare un pasto ordinario o una riunione in un momento magico che lascerà un’impronta perenne sui loro ospiti.
Dinner in the Sky® è un idea sviluppata da Events in the Sky basato su due priorità : esclusività e sicurezza.Forniamo ai nostri clienti in modo sicuro ed esclusivo un esperienza mai immaginata. Tutti i nostri concetti sono sviluppati a partire dalla norma tedesca DIN 4112. I prodotti sono stati costruiti in Belgio sotto il controllo dell’istituto tedesco TÜV Rheinland. Questa ossessione per la sicurezza è probabilmente uno dei motivi per cui Dinner in the Sky è ora presente in oltre 30 paesi e ha ricevuto un’autorizzazione ufficiale da parte dei paesi più ostici, come gli Stati Uniti, il Canada, l’Australia, il Sudafrica…
A Roma l’evento si sarebbe dovuto tenere dal 15 settembre al 2 ottobre 2016, peccato che la burocrazia romana ci abbia messo lo zampino:
EVENTO DI ROMA RIMANDATO A MAGGIO 2017 - LA BUROCRAZIA LENTA NEL RECEPIRE LE NORMATIVE EUROPEE NON PERMETTE LO SVOLGERSI DELLA MANIFESTAZIONE
Sussistono enormi difficoltà nel far recepire alla farraginosa macchina burocratica le norme europee che regolano Dinner in the Sky
L’evento Dinner in the Sky che si sarebbe dovuto tenere a Roma dal 15 settembre al 2 di ottobre è rimandato a Maggio 2017. La spettacolare manifestazione che permette di pranzare e cenare sospesi a 50 metri di altezza viene così posticipata di qualche mese. Colpa, scrivono in una nota gli organizzatori, della “farraginosa macchina burocratica che ha moltissima difficoltà nel recepire ed adottare le normative europee che regolano la manifestazione denominata Dinner in the Sky”.
Questo evento, dalla natura assolutamente particolare, è regolato da leggi europee che tutti i paesi dell’Unione Europea seguono e accettano. In passato eventi come Dinner in the Sky sono stati organizzati a Bologna, Venezia e Milano senza cadere nelle sabbie mobili della burocrazia. In città come Vienna, Praga, Vilnius, Riga, Lubiana, Bruxelles, Budapest, Lisbona e Parigi la manifestazione si tiene regolarmente da dieci anni.
Anche a Sydney, Abu Dabi, Toronto e Beirut le normative europee sono state fatte proprie e accettate senza particolari problemi.
“Questa volta la ricezione di queste norme è stata lenta e farraginosa oltre ogni umana immaginazione, la burocrazia rimbalza la responsabilità da un ufficio all’altro e negli uffici – pur avendo toccato con mano la buona volontà di chi ci lavora – le indicazioni che ci sono arrivate sono state spesso contraddittorie e questo ci ha condotto in un vicolo cieco. Colpa di leggi, cavilli, commi e una continua disorientante ed estenuante interpretazione delle norme sulle attrazioni come Dinner in the Sky”, si legge nel comunicato diffuso dalla Dits Europe la società estone che organizza in tutto il mondo l’evento.“La burocrazia ha vinto il primo round, obbligandoci a posticipare l’evento, ma non il match. Perchè Dinner in the Sky a Roma è solo spostato di qualche mese, anche se, ammette Uldis Kalnins – amministratore delegato della Dits Europe – in dieci anni di attività non abbiamo mai incontrato una burocrazia così complessa e contraddittoria”.“Siamo in possesso di tutti i documenti e tutte le certificazioni che le leggi italiane chiedono ma gli adempimenti di fronte a questa burocrazia sono più numerosi e complessi nell’essere recepiti. Sin da ora abbiamo la ragionevole certezza di confermare che Dinner in the Sky arriverà a Roma a Maggio 2017 con un format ancora più esclusivo e accattivante. Chi ha già acquistato i biglietti potrà riscattarli per l’evento di Maggio seguendo le indicazioni presenti sul sito.Roma è una città meravigliosa, e i romani delle persone generose e solari, per questo vogliamo organizzare l’evento al meglio. Roma e i suoi abitanti se lo meritano”. Conclude la nota di Dits Europe.
La frase "Anche a Sydney, Abu Dabi, Toronto e Beirut le normative europee sono state fatte proprie e accettate senza particolari problemi.” fa un po’ tremare: come è possibile che in paesi extra-europei abbiano utilizzato le normative europee?
Personalmente non è un’esperienza per la quale spenderei dei soldi: cosa ne pensate?

AmericaCube (c) 2016. Powered by Blogger.