Header Ads

La colazione dei campioni non sono i cereali, sono le sfide

Avete mai letto il libro di Nick Hornby “Alta fedeltà”?

Londra, anni novanta. Rob Fleming, trentacinquenne, conduce una vita non tutta rose e fiori: dirige un fatiscente negozio di dischi, il Championship Vinyl, è appena stato piantato dalla sua fidanzata, Laura, ed è sentimentalmente frustrato e insoddisfatto della propria vita.
Partendo da una classifica delle “cinque più memorabili fregature di tutti i tempi (che sono ovviamente donne), Rob ripercorre la sua vita, i suoi sentimenti, le sue frustrazioni. Questo suo percorso interiore e la morte del padre di Laura porta i due a tornare insieme. La loro relazione viene poi fortificata dal rilancio della carriera di Rob come disk jockey.

Il protagonista è ossessionato dalle classifiche:

  • migliori 5 canzoni di apertura di lati A di 33 giri di tutti i tempi
  • primi 5 gruppi o musicisti che bisognerebbe fucilare il giorno in cui arrivasse la rivoluzione musicale
  • musica che voglio sia messa la mio funerale
  • canzoni che riempivano la pista al Groucho

Dal libro è stato tratto anche un divertente film con John Cusack come protagonista

Io ho scoperto quel romanzo perché mi è stato regalato da qualcuno che voleva prendermi in giro: ogni tanto anche io cado nella paranoia delle classifiche, la maggior parte delle volte in tema “gastronomico:

  • I tre migliori yogurt 
  • I migliori tortellini bolognesi
  • Le migliori patatine (ma qui non c’è storia, sono le Kettle, resta solo da decidere il gusto)

Nulla però in confronto al sito Mr. Breakfast, che dal 2009 detiene un database di tutti i cereali prodotti negli USA, ed invita i propri utenti a votare il migliore.

Since 2009, MrBreakfast.com has maintained a database called the Cereal Project. The site has catalogued 1,568 cereals released over 150 years and has allowed visitors to vote on which one is the best cereal in history.

Lo so che morite dalla voglia di sapere chi sia in testa alla classifica.

Cereals

Cereals02

Ovviamente ogni prodotto ha la sua scheda personale, con note di degustazione.

Vince “Quisp”: rassegnatevi, non sono importati in Italia.

Quisp

Ah! Se siete anche voi vittime della sindrome delle classifiche, non perdetevi questa, sempre di Mr. Breakfast:

Toast

Trecentosessantasei modi di gustare un toast?

AmericaCube (c) 2016. Powered by Blogger.