Header Ads

Non sottostimate mai i piccoli avversari: un leone si vede, un virus no

Conoscete la “regola dei cinque secondi”?

Five second

La regola dei cinque secondi è una regola popolare per cui il cibo caduto a terra rimane incontaminato dai batteri se raccolto entro cinque secondi

Il “Fatto Alimentare” ci racconta che uno studio di una università americana ha recentemente scoperto che questa regola non vale.

Meglio non fidarsi della regola popolare secondo cui il cibo caduto a terra raccolto entro cinque secondi può essere mangiato tranquillamente Il motivo di questo ragionamento è che i batteri hanno bisogno di un po’ di tempo per trasferirsi sull’alimento. In realtà, in alcuni casi, il passaggio dei batteri avviene in meno di un secondo: dipende dalle caratteristiche del cibo e dal tipo di superficie su cui cade. In tale contesto, l’anguria ha una contaminazione maggiore delle caramelle gommose; la moquette ha una velocità di trasferimento molto inferiore rispetto alle piastrelle di ceramica e all’acciaio inox.

Nel 2003 la ricercatrice Jillian Clarke dell'Università dell'Illinois ha dimostrato che il cibo caduto su una superficie può essere immediatamente contaminato dall'Escherichia coli. Per questa ricerca ha ottenuto il Premio Ig Nobel 2004 nella categoria Sanità pubblica.

Un altro studio del 2006 ha dimostrato che in seguito all'esposizione alla salmonella, indipendentemente dal tipo di superficie, i batteri si trasferiscono immediatamente nel cibo.

Nel 2014 è stata effettuata una ricerca, non sottoposta a revisione paritaria, da parte di un gruppo di biologi della Aston University, che contraddice parzialmente i risultati degli studi precedenti.

La regola dei 5 secondi

Quindi, as usual, di tutto ed il contrario di tutto.

AmericaCube (c) 2016. Powered by Blogger.